Highlander tagged posts

Sogno di B-movie tamarri in una notte di fine estate: Gunmen (1993)

Ferragosto è passato, ma l’estate non è ancora finita. E cosa c’è di meglio per le serate estive di un bell’action movie di serie B con ambientazione esotica? Beh, molte cose probabilmente. Ma Gunmen (1993) di Deran Sarafian ne è uno degli esempi più spassosi.

Il film perfetto per le notti estive. O per il venerdì in prima serata su Italia 1, o per una qualsiasi seconda serata su Rete 4.

Gunmen – Banditi”, titola il Dvd Cecchi Gori. “Gunmen – Doppia Azione”, circola sulle reti tv.
Io preferisco chiamarlo “Il meglio del peggio della carriera di Christopher Lambert e Mario Van Peebles”. Ma capisco che sia un po’ lungo…

Christopher Lambert, come l’Uomo Ragno o come Paperino, è simpatico perché sfortunato, quel che si dice: “un magnifico avvenire dietro le spalle”...

Read More

Il telefilm di Highlander parte 1: perché funziona

Concludiamo la retrospettiva sul 30° anniversario di Highlander tuffandoci nell’ottima e sottovalutata serie tv. Che non solo rende giustizia al film, ma è anche un incredibile esempio di “fantasy esistenziale

Sigla:

Il franchise di Highlander andrebbe studiato nelle scuole di cinema. Se i due sequel sono l’esempio di come NON andrebbe fatto un seguito, la serie tv è invece un modello di continuazione perfetta.

Infatti, se Highlander 2 falliva perché stravolgeva le premesse del capostipite, e (all’estremo opposto) Highlander 3 le riproponeva stancamente, la serie televisiva le riprende e le sviluppa, portando avanti il discorso.

Facciamo prima un passo indietro. Come dicevamo l’altra volta, il primo Highlander andò bene in Europa ma fu un flop al botteghino U.S.A. .
Motivo p...

Read More

Il telefilm di Highlander parte 2: Attraverso i secoli, vivendo vite segrete

(Prima Parte QUI)

Sta di fatto che la scommessa di Davis e Panzer fu vinta: Highlander non è stato solamente la miglior serie tv tratta da un film, ma anche uno dei telefilm più lunghi ed avvincenti del suo tempo, con 119 episodi prodotti dal 1992 al 1998.
Il telefilm racconta la vita e le avventure di Duncan McLeod (l’anglo-toscano Adrian Paul), lontano cugino e allievo di Connor (l’eroe interpretato al cinema da Christopher Lambert) e come lui nato nel XVI secolo tra i verdi altipiani scozzesi.

Esalta di più questa foto che quella della Justice League di Zack Snyder.

Esalta di più questa foto che quella della Justice League di Zack Snyder.



Il telefilm si apre con Duncan e la sua fidanzata, l’antiquaria Tessa Noel (l’attrice belga Alexandara Vandernoot), che decidono di prendersi cura del ladruncolo dal cuore tenero Richie Ryan (Stan Kirsch).

d49157c3c45d73c6c792eb9db3929459

La c...

Read More

Highlander: versione masterizzata in 4k in arrivo.

Noi Pelapatate non siamo gli unici ad esserci ricordati del 30° anniversario dell’inizio della saga degli immortali.
Come successo due anni fa per Ghostbusters, anche il primo Highlander è stato restaurato e rimasterizzato in 4K, partendo dai negativi originali della Deluxe London, sotto la supervisione del regista Russell Mulcahy.

Questa nuova versione debutterà il 18 giugno al festival internazionale del cinema di Edimburgo, per la precisione al complesso Cineworld di Fountain Park, dove presenzierà anche l’attore Clancy Brown (Kurgan nel film).

Dopodiché sarà distribuito anche in alcune sale statunitensi per poi uscire in Dvd e blu-ray Studio Canal sui mercati di lingua inglese a partire dall’ 11 luglio. Ecco l’artwork in anteprima.

151966_slip

Molti attendevano un’operazione simile, dal mo...

Read More

Stessa solfa, in tinte autunnali: Highlander 3

Se il secondo film falliva perché osava troppo rispetto al capostipite, questo ha il problema opposto. Un sequel-fotocopia con qualche guizzo tra musica e fotografia.

highlander_3k

Ricordate dov’eravamo rimasti?
Highlander 2 era stato linciato da fan e critica. Tuttavia, misteriosamente, aveva incassato bene ai botteghini. Ciò permise la creazione di un nuovo capitolo. Ma, dato che i produttori s’erano scottati le dita distaccandosi troppo dal capostipite, stavolta la parola d’ordine sarebbe stata ritornare ai temi e alle atmosfere con cui la saga era nata. Ed è proprio questa eccessiva aderenza al primo film il problema di Highlander 3.

Connor&Alex

Highlander 3 (uscito in originale come Highlander 3: The Sorcerer, o Highlander 3: The Final Dimension) fu scritto dal produttore William Panzer e da Brad Mirman ...

Read More

In difesa di Brian Clemens: Captain Kronos (1974)

Prima di proseguire con la nostra disamina della saga di Highlander abbiamo deciso di aprire una piccola appendice all’argomento capitolo 2 e a riscattare in parte la figura(ccia) del suo sceneggiatore Brian Clemens, ricordandolo stavolta per la sua creatura più riuscita.

captain-kronos-vampire-hunter-(1974)-large-picture

Brain Clemens, chi era costui?” direbbe Manzoni. Fuori dalla natia Inghilterra è conosciuto per aver contribuito al soggetto e alla sceneggiatura di Highlander II, uno dei sequel più sgangherati e involontariamente demenziali della storia del cinema.

Tuttavia Clemens (1931-2015) fu anche uno dei più importanti registi della tv britannica, e già in precedenza si cimentò col cinema fantastico, mescolando generi e citazioni e ottenendo risultati ben più interessanti.

Riteniamo quindi sia giusto ricordare Brian C...

Read More

Ma che c’azzecca? Highlander 2: il ritorno

Blade Runner, Dune, e perfino Scientology. Tutto sgangheratamente frullato insieme nel sequel più pazzo e odiato della storia del cinema.

Come dicevamo l’altra volta, Highlander – L’Ultimo Immortale fu un parziale flop al botteghino, salvo poi rifarsi alla grande in home-video tra vendite e noleggio. Ciò permise la messa in cantiere di un sequel. Russell Mulcahy fu riconfermato alla regia, ma stavolta il soggetto non fu ideato dal creatore originale Gregory Widen, bensì dal produttore William Panzer e dal suo collega Brian Clemens (un pezzo di storia della tv inglese, che tra le altre cose diresse il primo episodio di Avengers-Agente Speciale).

Il soggetto fu sviluppato dallo sceneggiatore Peter Bellwood (che già aveva contribuito al primo capitolo).

Le riprese ebbero luogo in Argen...

Read More

Non invecchia proprio: i 30 anni di Highlander.

Tre decadi fa, nel mese di marzo del 1986, usciva nelle sale un film destinato non solo a entrare nell’immaginario collettivo, ma anche nei vocabolari, trasformando il significato della parola “highlander” da “abitante degli altipiani” a “immortale”. Come già fatto per Robocop e Evil Dead/La Casa, cogliamo l’occasione per dare una ripassata all’intero franchise. Cominciamo col capostipite.

Sigla:

Highlander è il caso (più unico che raro) di film prodotto a budget medio-basso ma realizzato da tanti grandi professionisti al meglio delle loro potenzialità. E che, malgrado gli incassi non esaltanti, è diventato (tra film e serie tv) uno dei titoli più “spremuti” della storia del cinema, ben oltre pellicole più costose e osannate come Indiana Jones o Ritorno al Futuro.

highlander-2-e1439641521467

La ...

Read More

Ladyhawke: la colonna sonora in versione extended

La-La-Land Records, etichetta giovane ma che ha già saputo farsi apprezzare, aggiunge un nuovo titolo alla linea Expanded Archival Collection, che ci ha già regalato altre chicche come le versioni estese delle partiture di Danny Elfman per i Batman di Tim Burton.
Annunciata da più di un anno, dallo scorso 10 febbraio è finalmente disponibile, in una tiratura limitata di 3000 copie, la colonna sonora di Andrew Powell (membro degli Alan Parsons Project) per Ladyhawke (1984).

Plurireplicatissimo (specie nelle prime serate di Italia 1 negli anni ’90), diretto dall’ottimo Richard Donner (Superman, i Goonies, Arma Letale), e sorretto da un cast azzeccatissimo (guidato da Rutger Hauer, Michelle Pfeiffer e Matthew Broderick), Ladyhawke è divenuto un cl...

Read More

Gargoyles: 20 anni scolpiti nel mito

Un capolavoro (ormai) vintage per nulla invecchiato, ma soprattutto la dimostrazione che anche la Disney, quando vuole, sa giocare duro. Peccato se ne sia subito scordata…

554177_432556196805851_543340032_n

Sebbene siano passati ormai vent’anni, Gargoyles (da noi Gargoyles: Il Risveglio degli Eroi) rimane la più ambiziosa, matura e spettacolare serie animata mai prodotta dalla Disney.
La serie vide la luce nel 1994, non a caso il periodo più florido per la “casa del topo” per quanto riguarda gli ultimi decenni. Gli incassi stratosferici de Il Re Leone avevano portato a compimento quel processo di rinascita, di ritorno agli antichi splendori, che era iniziato con La Sirenetta (1988) e proseguito con La Bella e la Bestia (1991) e Aladdin (1992), mentre di lì a poco Toy Story (1995) avrebbe mostrato al mondo le mer...

Read More