fumetti tagged posts

Zio Paperone Begins: la Saga di Don Rosa.

Esordisce alla grande la collana bimestrale Tesori Disney International, ovvero con la ristampa, in volume unico e prezzo abbordabile (6,90 euro) della Saga di Paperone di Don Rosa, le cui edizioni precedenti erano da anni introvabili.

tesori

Keno Don Rosa (il primo nome è un omaggio al nonno, Gioacchino Rosa, originario di Udine) è l’ultimo grande maestro del fumetto Disney statunitense in quest’epoca in cui il grosso del materiale fumettistico della Casa del Topo è firmato da autori italiani ed europei in generale.
Iniziò a bazzicare il mondo dei paperi negli anni ’80, lavorando per la Gladstone, editrice con la licenza di pubblicare materiale Disney negli U.S.A. .
La collaborazione durò solo quattro anni: la paga era bassa, e la Gladstone non restituiva le tavole originali, cosicché Don n...

Read More

Due chiacchiere su BATMAN V SUPERMAN – DAWN OF JUSTICE

È il film del momento. Nella prima settimana ha incassato tipo mezzo miliardo di dollari. Nella seconda gli incassi sono calati dell’ 80%. Il pubblico si divide tra “diamo fuoco alla Warner” e “non male, nonostante tutto”. Potevamo esentarci da snocciolare qualche considerazione sul primo team-up cinematografico live-action tra l’Azzurrone e il Pipistrello?

Partiamo dalle cose che non funzionano proprio.

QUELLO SAREBBE LEX LUTHOR?!?
Lex Luthor (Jesse Eisenberg) è una macchietta a metà tra Jack Sparrow e il  Dr. Male di Austin Powers, non ha nulla da spartire con la follia fredda e controllata della sua controparte cartacea.
Tuttavia una speranza c’è: a un certo punto dice che la Lexcorp prende il nome da suo padre, il che lascia spera...

Read More

R.I.P. Gallieno Ferri

Addio al creatore grafico di Zagor.

zagor08

Sabato 2 aprile se n’è andato uno dei padri del fumetto nostrano, Gallieno Ferri.
Genovese, classe 1929, viene ispirato fin da giovane da disegnatori americani come Ray Moore, Hal Foster e Alex Raymond.
Sotto lo pseudonimo di Fergal debutta con l’editore Giovanni De Leo, sui cui testi illustra Il Fantasma Verde.

Nel 1949 crea Maskar, una sorta di variante di Phantom – L’Uomo Mascherato. La sua creatura ha però vita breve.
Passa allora la mercato francese, realizzando fumetti western (Thunder Jack, Piuma Rossa…) che catturano l’attenzione di Sergio Bonelli, all’epoca sceneggiatore sotto lo pseudonimo di Guido Nolitta.
Nel 1961 i due creano il più fortunato e longevo personaggio italiano insieme a Tex e Diabolik: Zagor.
Patrick Wilding è un giovane ero...

Read More

UN VELOCE RIASSUNTO DEL 2015

Capodanno, tempo di bilanci e classifiche. Ed ecco che, come per il 2014, abbiamo stilato il nostro veloce riassunto del meglio del 2015.

CINEMA

MAD MAX: FURY ROAD

Col giusto budget e la completa libertà creativa il vecchio George Miller crea una sintesi del meglio dei capitoli precedenti, galvanizzandoli. Una lezione per i registi più giovani su come costruire scene d’azione perfette. Recensione più completa QUI

11110866_658246694280855_1682386295316885693_o

WHIPLASH

Un film che mette d’accordo Academy e Sundance. Una classica storia di formazione attraverso l’impegno, la sconfitta e la rivincita. Può annoiare chi non ama il jazz, ma gli attori valgono la visione, peccato che nelle sale italiane non sia circolato parecchio.

WHIPLASH-1-SHEET3

INSIDE OUT

La Pixar affronta il tema spinoso delle emozioni adolescenziali con una sceneggiatura in grado...

Read More

Dai che ci siamo: il pilot di SUPERGIRL

Sotto la patina da teen-drama, forse c’è una serie supereroistica con tutti gli ingredienti.

Poco dopo il rilascio del trailer ufficiale, qualcuno ha diffuso piratescamente online l’episodio pilota della nuova serie tv di Supergirl, supervisionata da Greg Berlanti, già autore di Flash e Arrow, ma che andrà in onda sulla rete tv CBS anziché su CW come le prime due.

Berlanti e i suoi protetti in posa per Variety

Berlanti e i suoi protetti in posa per Variety

Di Supergirl ce n’è più d’una. La prima, creata nel 1959 da Otto Binder, è Kara Zor El, cugina di Kal-El/Superman, e come lui fuggita sulla Terra poco prima dell’esplosione di Krypton.

All'epoca la minigonna fece scandalo...

All’epoca la minigonna fece scandalo…

Fu portata per la prima volta al cinema nel floppone Supergirl, la ragazza d’acciaio (1984), spin-off dei film con Christopher Reeve e interpretato dalla...

Read More

STUDI, ARTWORK E TAVOLE DEFINITIVE

vignetta-1

Come vi avevamo promesso nell’articolo sulle tavole di prova, oggi vi mostreremo il work in progress del nuovo fumetto che stiamo producendo.

All’inizio dovevamo scegliere tra due strade: o pubblicare una tavola ogni volta che ne avessimo completata una, come fanno la maggior parte degli autori di webcomics, oppure fare una cosa più seriale, a puntate, ma con almeno qualche pagina di autonomia. Abbiamo scelto la seconda opzione per vari motivi: la prima è che spezzettare le pagine a distanza di una settimana l’una dall’altra rovina la storia, rovina la narrazione e confonde i lettori...

Read More

ZEROCALCARE CANDIDATO AL PREMIO STREGA 2015

Carissimi! La notizia più condivisa di settimana scorsa è sicuramente quella della candidatura di “Dimentica il Mio Nome” di Zerocalcare al Premio Strega 2015. Capiamo che la fama del fumettista di Rebibbia ha ormai raggiunto la scala nazionale quando certi nostri conoscenti si eccitano con frasi tipo “uhh Zerocalcare ha pubblicato una nuova storia!“, fenomeno di per sé curioso in quanto gli stessi individui ti chiedono poi se si deve leggere prima la vignetta a sinistra o quella a destra. In parole povere Zero è diventato una celebrità, e la candidatura del suo libro al premio letterario più prestigioso d’Italia ne è, oltre che una conferma, anche un traguardo artistico decisamente invidiabile.

La copertina di "Dimentica il Mio Nome".

La copertina di “Dimentica il Mio Nome”.

Se “Dimentica il Mio Nome” merita effettivamente la candidatura o se è solo una speculazione mediatica è argomento di fin troppi blog, forum e gruppi su facebook, e sinceramente preferiremmo evitarlo. Vorremmo però

Read More

MODUS OPERANDI: LE TAVOLE DI PROVA

Buon lunedì gente!

Come vi avevamo vagamente accennato nell‘articolo sul nostro primo compleanno, stiamo per mettere in moto un progetto piuttosto serio che pubblicheremo in futuro sulle pagine di Pelapatatecomics. Al che sono sorte moltissime domande, tra cui: “Oh, ma quando lo pubblicate?”, “Dai dai che voglio leggere!”, “Si, ok, ma quanto ci mettete?” Calma, calma. Per chi mastica un poco il fumettese saprà sicuramente che scrivere e disegnare una storia non è semplice come disegnare un pisellino sul diario della nostra vicina di banco, ma che comporta studi, progetti, artwork, ricerca storica (dove ce ne fosse bisogno), e soprattutto qualche tavola di prova.

Le pagine che vedrete di seguito non centrano una beata fava con le storie che vi mostreremo. Per fare queste prove ho preso un vecchio soggetto che stava marcendo in un angolo della mia cameretta e ne ho estrapolato qualche pagina, giusto per scaldarci le mani e a mettere in moto il meccanismo. Il successo di questa fase ha dato il via ai lavori veri e propri, mentre i concept, gli studi eccetera ve li mostreremo più avanti in un altro articolo.

PARTE UNO: DALLA SCENEGGIATURA ALLO STORYBOARD

Saprete benissimo che i fumetti prima si scrivono, poi si disegnano. Non a caso nella quasi totalità delle pubblicazioni troviamo “Sceneggiatura di Tarquinio Prisco, disegni di Plinio il Vecchio.” Questo perché sono due professioni distinte e con compiti complessi e molto differenti tra di loro, anche se tanti si cimentano in entrambe le arti. Una volta letta bene, ma molto bene la sceneggiatura e ciò che descrive per ogni singola vignetta, il disegnatore deve cominciare a imbastire la tavola. Questo processo viene chiamato Storyboard, o Layout. Non è necessario che siano bei disegni, anzi, spesso e volentieri sono scarabocchi con frecce, cancellature e altre monnezze, ma il vero compito dello storyboard è quello di definire “a grandi linee” quello che andremo a disegnare poi in dettaglio. Nel nostro caso, abbiamo una panoramica di una città egizia e una scena col Faraone.

 

Storyboard fatto al computer, tanto per non buttare via pagine e pagine e pagine...

Storyboard fatto al computer, tanto per non buttare via pagine e pagine e pagine…

Read More

BUON SAN VALENTINO!

Carissimi, Innamorati o no, fidanzati o single, vi auguriamo ugualmente un buon San Valentino. E vi auguriamo anche di non capitare in questa (SGRADEVOLISSIMA!!!) situazione.

10-buon-san-valentino!

Read More

EMMA WATSON NEL RIADATTAMENTO DE LA BELLA E LA BESTIA

Per la categoria “non sappiamo più che diavolo fare“, ecco che spunta a sorpresa l’ultimo, l’ennesimo, stramaledetto adattamento de “La Bella e la Bestia“. L’attesissimo (che palle) film sarà diretto da Bill Condon (che ha diretto Twilight – Breaking Down, tanto per farvi un esempio) e prodotto dalla Disney, che invece di trovare nuove idee se ne sta lì a riesumare i suoi successi.  Inizialmente doveva dirigerlo Guillermo del Toro, ma poi si è ricordato di avere in cantiere altri 700 film e ha deciso di abbandonare il progetto. Di tutta questa pessima storia, la notizia più decente sembra che, nel ruolo di Belle, ci sarà niente popò di meno che Emma Watson, scelta ovviamente per fare felici gli ometti, successivamente per le qualità recitative.

Sinceramente, è ora di dire basta! Basta a questi riadattamenti, basta con idee vecchie di cent’anni, vogliamo qualcosa di nuovo, e che cavolo! Che senso ha andare a vedere un film che sai già come finirà?…A meno che…

5-emma-watson-la-bella-e-la-bestia

Read More