Clint Eastwood tagged posts

Sogno di B-movie tamarri in una notte di fine estate: Gunmen (1993)

Ferragosto è passato, ma l’estate non è ancora finita. E cosa c’è di meglio per le serate estive di un bell’action movie di serie B con ambientazione esotica? Beh, molte cose probabilmente. Ma Gunmen (1993) di Deran Sarafian ne è uno degli esempi più spassosi.

Il film perfetto per le notti estive. O per il venerdì in prima serata su Italia 1, o per una qualsiasi seconda serata su Rete 4.

Gunmen – Banditi”, titola il Dvd Cecchi Gori. “Gunmen – Doppia Azione”, circola sulle reti tv.
Io preferisco chiamarlo “Il meglio del peggio della carriera di Christopher Lambert e Mario Van Peebles”. Ma capisco che sia un po’ lungo…

Christopher Lambert, come l’Uomo Ragno o come Paperino, è simpatico perché sfortunato, quel che si dice: “un magnifico avvenire dietro le spalle”...

Read More

Gli Spietati in 4K per il 25mo anniversario

Masterizzato in Blu-Ray 4K per il suo 25mo anniversario (attualmente nei negozi), il capolavoro di Clint Eastwood, che ne ha segnato la consacrazione come regista e autore, rimane un malinconico e sarcastico addio al genere western. Ma è davvero così pessimista come sembra?

Negli anni ’70, lo sceneggiatore David Webb Peoples (poi noto per Blade Runner), scrisse una sceneggiatura intitolata The William Munny Killings. Inizialmente opzionata da Francis Ford Coppola (che voleva John Malkovich come interprete principale), lo script fu poi acquistato da Clint Eastwood che lo tenne nel cassetto fino a quando non avesse avuto l’età giusta per interpretare il protagonista.

Finalmente, nel 1992, uscì Gli Spietati, in originale Unforgiven, cioè “Colui” o “Coloro che non sono stati perdonat...

Read More

James Garner, il cowboy discreto che le suonò a Eastwood.

Star del piccolo, schermo, James Garner (1928-2014) faticò ad imporsi al cinema. Ma un passo alla volta riuscì a farsi apprezzare e a conquistare una stella sulla Walk of Fame.

Non ha avuto una bella infanzia, James Garner, all’anagrafe James Scott Bumgarner (1928-2014).
Nasce in Oklahoma, ultimo di tre fratelli. Sua madre (di origini cherokee) muore quando lui ha solo quattro anni. La matrigna lo picchia spesso, anche in pubblico, motivo per cui il padre divorzia quando lui ha quattordici anni.
Arruolatosi una volta adulto, viene ferito un paio di volte nella Guerra di Corea, guadagnandosi delle onorificenze.
Tornato in patria, viene convinto da un amico a lavorare come comparsa a Broadway.
Approdato in tv, dopo una breve gavetta ottiene il...

Read More