Anni ’80 tagged posts

“Ssstupiscimi!” Dimensione Terrore in Blu-ray

Il cult sconosciuto, dello sconosciuto Fred Dekker, che ha ispirato pure James Gunn e la coppia Rodriguez/Tarantino.

Di Fred Dekker avevamo parlato QUI e QUI, anche se non c’è molto da dire. Giusto la sceneggiatura di Chi È Sepolto in Quella Casa?, l’esordio da regista con Dimensione Terrore, la fase intermedia con Scuola di Mostri (scritto dall’amico Shane Black, autore di Arma Letale) e la mazzata di Robocop 3, che gli ha fottuto la carriera. Da allora poca roba, tipo un episodio della gloriosa Tales From the Crypt, e la sceneggiatura del recente The Predator (sempre in coppia con Black).

Da tempo scomparso dai radar italiani (non che abbia mai avuto grande visibilità, Dimensione Terrore (Night of the Creeps, in originale) era ricomparso miracolosamente nel 2017, quando la pic...

Read More

È ufficialmente una milf: i quarant’anni di Lamù

Per me era un mostro bipolare con canini, corna e orecchie a punta. Ma per molti della mia generazione è stata -ahem…- la donna che li ha resi uomini.

Nel 1981 debutta sugli schermi tv giapponesi Urursei Yatsura, serie anime tratta dall’omonimo manga creato da Rumiko Takahashi tre anni prima.

Urusei Yatsura (che significa all’incirca “Quei rompiscatole della stella Uru”) ha vinto il premio Shogakukan sia per la categoria shonen (i manga per il pubblico maschile) sia per la shojo (quelli per il pubblico femminile), diventando il primo successo della Takahashi, che poi sceneggerà e disegnerà altri classici come il romantico Maison Ikkoku, il demenziale Ranma ½ e il fantasy Inuyasha.

In Italia il fumetto giungerà solo nel 1991, mentre la serie animata arriva già nell’83, col titolo ...

Read More

L’horror che piace a tutti: Ammazzavampiri (Fright Night, 1985)

Un omaggio all’horror anni ’50 immerso in un’atmosfera da teen movie anni ’80. Tra ironia ed effetti speciali sublimi, il film di Tom Holland è ancora, dopo 35 anni, un gioiellino unico del suo genere. Ad Halloween è perfetto, anche per i profani.

Ammazzavampiri (Fright Night, 1985) è il primo film del bravo, sottovalutato, e non molto prolifico, Tom Holland, regista classe ’43, solamente omonimo dell’attore che interpreta Spider-Man, e noto soprattutto per il successivo La Bambola Assassina.

In Italia fu trasmesso in prima tv il 13 luglio 1990, nel mitico contenitore di Italia 1 Venerdì con Zio Tibia (antesignano dell’odierna Notte Horror), e da allora è rimasto il film ideale per le seconde serate estive, o per la sera di Halloween.

Un film da vedere da soli o meglio ancora in co...

Read More

Val Kilmer: perché è Forever

Dover riflettiamo sul perché Kilmer è il Batman migliore (ma solo per esclusione). E sul fatto che Joel Schumacher, in fondo, era un bravo guaglione.

 

“Ne vengono fatti molti ultimamente, ma il migliore resta il mio Batman Forever: pieno di sesso e ironia ma fedele al fumetto”
(Joel Schumacher, sul fenomeno dei cinecomics. E sull’autostima.)

Questo 20 giugno è venuto a mancare l’ottantenne Joel Schumacher. Regista odiatissmo dai fumettari per gli sgangherati Batman Forever (1995) e Batman & Robin (proverbiali i “bat-capezzoli” in rilievo sui costumi,; Schumacher era dichiaratamente gay).

Eppure Joel non era l’ultimo arrivato. Magari non sarà stato un autore con uno stile personale e riconoscibile, ma di certo non gli mancava il talento nella messa in scena e la competenz...

Read More

Ultimo dei classici, primo dei moderni: i 30 de La Sirenetta (in 4K)

Sono passati 30 anni da quando La Sirenetta segnò la nascita di una nuova età dell’oro in casa Disney. Per l’occasione in U.S.A. Esce una versione 4K che finalmente fa giustizia delle passate edizioni digitali non proprio perfette.

La storia la ricordiamo tutti: la sirenetta Ariel, incuriosita dagli umani, s’innamora del principe Eric dopo averlo salvato da un naufragio. Ma suo padre, re Tritone, iperprotettivo e prevenuto verso gli umani, le proibisce ogni contatto col mondo in superficie.

Ariel stringe allora un patto con Ursula, la strega del mare: in cambio della sua voce, Ariel avrà le gambe. Ma, se entro tre giorni non riuscirà a strappare ad Eric il bacio del vero amore, Ariel tornerà una sirena, e apparterrà per sempre a Ursula.

Impresa non facile, dato che della sua salvatr...

Read More

Robin of Sherwood: il Robin Hood completo e ragionato

Sconosciuto in Italia, il bel telefilm britannico degli anni ’80 ha rilanciato il mito di Robin Hood meglio di tante pellicole cinematografiche. Una versione talmente ampia e completa che ci ha addirittura regalato ben due incarnazioni dell’eroe.

È possibile dire qualcosa di nuovo su Robin Hood? Ridley Scott nel 2010 ha pigiato sulla violenza e sul guerresco, trasformandolo in un ibrido tra Braveheart e Il Gladiatore.

“Meno calzamaglia, più sangue in faccia.”

Mentre scrivo, l’esordiente Otto Bathurst ne ha confezionato una versione futurista con un Little John nero (Jamie Foxx) versione Obi-Wan Kenobi e action da videogame, che si sta dimostrando un flop di pubblico e critica fin dai primi giorni nelle sale.

“Robin Hood: un Assassin’s Creed in Calzamaglia”

Eppure c’è stato chi ha sapu...

Read More

R.I.P. Isao Takahata (1935-2018)

Ci ha lasciati a 82 anni Isao Takahata, socio storico del più celebre Hayao Miyazaki (e co-fondatore dello Studio Ghibli).

Diresse alcuni episodi di Lupin III (prima serie), inaugurando poi il filone World Materpiece Theatre (serie giapponesi tratte da classici della letteratura occidentale) con Heidi, Anna dai Capelli Rossi e Marco (che, pur essendo tratto dall’italiano Dagli Appennini alle Ande di De Amicis, curiosamente dei tre è il meno replicato in Italia).

Al cinema debuttò nel ’68 con La Grande Avventura del Piccolo Principe Valiant, ma il suo capolavoro arrivò vent’anni dopo, con lo straziante Una Tomba per le Lucciole (1988): ambientato durante la seconda guerra mondiale, narra del piccolo orfano Seita e della sorellina Setsuko, abbandonati a se stessi in un mondo in pezz...

Read More

L’Armata delle Tenebre: il Blu-Ray Unboxing

Del masterpiece di Sam Raimi abbiamo parlato a queste coordinate, mentre attendevamo il debutto della serie tv Ash vs Evil Dead. Oggi Passiamo in rassegna la magniloquente edizione Blu-Ray targata Midnight Factory.

Se L’Armata delle Tenebre è un classico che gode di un culto trasversale (dagli amanti dello splatter a quelli del cinema fantasy anni ’80), è anche vero che, specie al di fuori del mercato anglofono, non è mai stato uno dei primi film che i distributori pensano di ri-editare ogniqualvolta viene inventato un nuovo supporto home-video.

I primi Dvd arrivarono intorno al 1996. La prima edizione Dvd italica de L’Armata (firmata Storm) giunse solo nel 2003. Occorsero altri quattro anni per avere anche da noi l’edizione MGM/FOX, identica a quella distribuita in altri Paesi.

 

Il ...

Read More

Amate il film? Leggete il libro – La Storia Fantastica 30mo anniversario

Il 25 settembre di 30 anni fa usciva nelle sale U.S.A. The Princess Bride, in Italia La Storia Fantastica, piccolo grande film destinato a divenire un classico moderno. Ma in quanti hanno letto il romanzo da cui è tratto, o sanno anche solo che esiste?

Tra tutti i libri del mondo, questo è il mio preferito, anche se non l’ho mai letto.”

Questo è l’incipit de La Principessa Sposa, e posso dirlo anch’io. Quando da bambino vidi il film che ne era stato tratto, l’edizione Sonzogno era ormai fuori catalogo. Attesi vent’anni per vederlo ristampato in Italia (nel 2007, dall’editrice milanese Marcos Y Marcos), e quando lo lessi potei confermare: il miglior libro che (non) avessi mai letto.

Ma di cosa parla realmente La Principessa Sposa? Beh, è un romanzo sul fatto che

La vita non...

Read More

The saw is the family: R.I.P. Tobe Hooper

Ieri, 26 agosto 2017, è venuto a mancare Tobe Hooper, papà di Leatherface e uno dei padri dell’horror contemporaneo.

Nato a Austin nel ’43, iniziò a guadagnarsi da vivere come professore in un college. Fino a quando nel ’74, con pochi soldi e alcuni amici, girò quasi per gioco l’horror The Texas Chainsaw Massacre.
Spacciato dai distributori come una storia vera (in realtà l’ispirazione veniva molto alla lontana, dalle gesta del serial killer necrofilo degli anni ’50 Ed Gein, ispiratore anche di Psycho e Il Silenzio degli Innocenti), in Italia uscì come Non Aprite Quella Porta e sparì rapidamente dalle sale. Un titolo che tutti conoscevano, ma che pochi avevano visto, e questo ne accrebbe lo status di cult.

Alcuni ragazzi, in viaggio nel Texas più profondo, finiscono nelle grin...

Read More