Category pillole calcistiche

Non basta essere i migliori

Salve gente!

Questa settimana di Champions League ci ha ricordato ancora una volta che non sempre è la squadra più forte a vincere, ma soprattutto che se sei uno sceicco che spende miliardi nel mercato prima o poi il Chelsea lo sbatti fuori dagli ottavi anche in 10.

Una settimana da dimenticare per gli dèi del calcio Carlo Ancelotti e Josè Mourinho (specialmente per quest’ultimo), che per una notte tornano comuni mortali anche loro.

Champions2

Claudio.

Read More

L’Italia finalmente europea

Salve gente!

Anche se ieri tutte le squadre italiane impegnate in Europa League sono riuscite a vincere e a passare il turno, la vittoria più importante rimane per ora quella della Juve sul Borussia Dortmund per 2-1, nella speranza che che al ritorno in Germania riesca a passare il turno.
Per ora quindi, Allgri 1 – Klopp 0.

Juve-Borussia2

Read More

L’equilibrio del vertice

Salve gente!

L’ultima giornata di campionato si è aperta con la sorprendente sconfitta del Napoli a Palermo per 3-1 e si è chiusa con l’ancor più sorprendete pareggio della Juventus col Cesena per 2-2. Nel mezzo anche la Roma pareggia, col Parma ultimo in classifica (e prossimo al fallimento) per 0-0.

Una giornata di sprechi al vertice della classifica si potrebbe dire, visto che tutte e tre le squadre hanno perso l’occasione per prendere punti alle dirette concorrenti. É anche vero però che queste situazioni continuano a ripetersi dall’inizio del campionato, quasi come se il trio formato da Juve, Roma e Napoli andasse di pari passo e le squadre fossero legate l’una all’altra.

Quindi, a meno che gli allenatori non riescano a spezzare le catene che li tengono uniti, alla fine della stagione in cima alla classifica avremo le stesse identiche squadre che c’erano l’anno scorso, magari solo con qualche punto in meno di distacco tra loro come unica differenza.

03

Claudio.

Read More

Il caso Cristiano Ronaldo

Salve gente!

Questa volta ci occupiamo di Cristiano Ronaldo e della settimana all’insegna delle critiche che ha appena passato.

Dopo la sconfitta subita contro l’Atletico Madrid infatti (e nella quale il povero Cristiano è stato accusato di aver giocato male e svogliatamente) il neo pallone d’oro si è concesso una lussuosissima festa di compleanno, ricca di invitati e divertimento, mandando su tutte le furie tifosi e compagni.

A detta loro infatti, Ronaldo avrebbe dovuto fare mea culpa e passare il compleanno con nonni e prozii, evitando qualsiasi tipo di divertimento per riscattare la brutta prestazione offerta. Personalmente però non sono affatto d’accordo, in fondo una partita non la si vince o perde per il singolo, ma per il collettivo, e non trovo giusto prendersela con qualcuno che ci mette sempre il massimo impegno e ti segna 50 gol a stagione.

Inoltre non dimentichiamo che Ronaldo si è lasciato da poco con Irina Shayk– cosa che manderebbe in depressione la maggior parte della popolazione maschile del pianeta, non solo lui- quindi diciamo che potrebbe anche essere scusato, se non addirittura ammirato, perché perdere due palloni d’oro come quelli di Irina e sostituirli non è affatto una cosa facile.

CristianoRonaldo2

Read More

Non c’è due senza tre

Salve gente!

Come la settimana scorsa, torniamo a parlare della cattiva aria che tira a Milano, in particolar modo sulla sponda nerazzurra, viste e considerate le recenti uscite.

Purtroppo la cura Mancini sembra non funzionare, e così dopo aver perso all’ultimo secondo col Torino, l’Inter crolla anche col Sassuolo in campionato e col Napoli in Coppa Italia. Tre sconfitte consecutive che sanno di disfatta, quando da quasi due anni ormai non si riesce a fare tre vittorie di fila nemmeno con le ultime in classifica (l’ultimo a riuscire in questa “impresa” fu il tanto criticato Stramaccioni).

In mezzo a tutto questo putiferio però, c’è forse qualcuno che da lontano se la ride, qualcuno che anche ingiustamente era stato ampiamente criticato per colpe che a conti fatti non erano proprio tutte sue. E che, non dimentichiamolo, al Sassuolo ha rifilato ben due 7-0 clamorosi, e che ora si gode i soldi del ricco contratto percepito nonostante l’esonero.

Mazzarri2

Read More

Crisi a Milano

Salve gente!

Settimana da dimenticare per Inter e Milan, che perdono rispettivamente con Torino e Lazio.

Difficile a questo punto dire chi delle due stia peggio, visto che entrambe sono a metà classifica con soli 26 punti raccolti, e con il Milan che addiruttura martedì è uscito fuori dalla Coppa Italia, sempre ad opera della Lazio; cosa questa che probabilmente capiterà anche all’Inter, visto che dovrà affrontare il Napoli al San Paolo.

A questo punto quindi l’unica differenza tra le due squadre e la panchina in bilico degli allenatori: Pippo Inzaghi infatti vive alla giornata, con lo spettro dell’esonero dietro l’angolo mentre Roberto Mancini gode della massima fiducia della dirigenza e dell’ambiente (e per questo deve ringraziare il suo curriculum) e quindi, a meno che non lasci lui, la sua permanenza in nerazzurro è più che scontata.

Ma cosa succederebbe però se i due tecnici si incontrassero fra di loro scambiandiosi dubbi e perplessità? Forse si incoraggerebbero a vicenda e ritroverebbero l’entusiasmo, oppure, più probabilmente, prenderebbero una drastica situazione vantaggiosa per entrambi…

Inzaghi-Mancio2

Read More

Da Milano con furore

Salve gente!

Si è molto parlato all’apertura del mercato dello scambio Cerci-Torres tra Atletico Madrid e Milan. Tutti pensavamo infatti che i rossoneri avessero fatto un’affare, visto che Torres in quattro mesi aveva messo a segno un solo gol, mentre Cerci, pur giocando poco, aveva dimostrato di poter fare qualcosa in più.
Peccato che invece queste prime gare di inizio anno abbiano detto tutt’altra cosa: il Milan ha finora infatti perso due volte e pareggiato una, utilizzando anche un Cerci non troppo brillante, mentre a Madrid Torres ha esordito in Coppa del Re contro il Real, realizzando una fantastica doppietta. E anche quando è stato schierato in campionato, l’Atletico ha vinto due volte e perso una (ma col Barcellona).
A questo punto quindi la domanda sorge spontanea: Torres era davvero un bidone? E soprattutto, non è che forse lo scarso rendimento a Milano facesse solo parte di un piano per poter così tornare nell’amata Madrid?
Non lo sapremo mai, ma nel dubbio, a me piace pensarla così…

Torres2

Read More

Juventus-Napoli, il ritorno

Salve gente!

Dopo essersi sfidate nella Supercoppa Italiana, Napoli e Juventus si ritrovano avversarie anche in campionato. A Doha, si sa, ne è uscito vincitore il Napoli, battendo i bianconeri ai calci di rigore, mentre l’altra sera ad esultare sono stati i tifosi della Juventus.  I partenopei infatti hanno perso in casa col risultato di 1-3, anche stavolta fra mille polemiche e accuse varie ai danni della Juventus.

Strano, eppure il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis aveva usato lo stesso metedo adottato in Qatar…

DeLaurentis2

Claudio.

 

Read More

Il calciomercato di Milano

Salve gente!

Iniziamo questo 2015 parlando di calciomercato, e in particolare di Inter e Milan, le uniche squadre che finora hanno fatto acquisti degni di nota.

Partiamo dai rossoneri, che hanno scambiato Fernando Torres con Alessio Cerci dell’Atletico Madrid, soffiando nuovamente, come l’estate scorsa, un obiettivo all’Inter (parlasi di Bonaventura).

I nerazzurri invece hanno ottenuto il prestito di Lucas Podolski, attaccante poco usato dall’Arsenal, e stanno lavorando per portare a Milano anche uno fra Xherdan Shaqiri e Ezequiel Lavezzi, giocatori rispettivamente del Bayern Monaco e del PSG.

Nonostante il momento poco esaltate e le casse vuote quindi, le squadre milansesi si confermano sempre protagoniste assolute del mercato, rispondendosi colpo su colpo.
E di certo non mancano anche le...

Read More

La Supercoppa Italiana

Salve gente!

Chiudiamo quest’anno calcistico con la vittoria del Napoli in Supercoppa Italiana contro la Juventus, decisa ai rigori dopo rocamboleschi cambi di fronte. E in tutto questo il nostro carissimo Rafa Benitez è riuscito a centrare il suo primo obiettivo stagionale: no, non vincere la supercoppa, ma mangiarsi il panettone natalizio!
Come sappiamo il buon Rafa è una buona forchetta, ma visto come la sua squadra aveva iniziato quest’anno, tra risultati non esaltanti e l’uscita ai preliminari di Champions League, la sua presenza a Napoli questo Natale era tutt’altro che scontata.

Ma come abbiamo visto, tutto è bene quel che finisce bene, Benitez è ancora in Italia, è terzo in campionato ed è pure riuscito a portarsi a casa un trofeo!

Panettone2

Colgo anche l’occasione per augurarvi un bu...

Read More