Category Articoli

Il nostro Tarzan preferito: ricordando Joe Lara

Ci ha lasciati il Tarzan degli anni ’90. Tra i più sottovalutati, ma anche tra i più fedeli.

È recentemente scomparso in un incidente aereo l’attore 58enne William Joseph “Joe” Lara. Il nome a molti non dirà nulla. E in effetti la sua carriera è stata piuttosto modesta, limitata per lo più a piccoli film action o di fantascienza di quelli che negli anni ’90 trovavi in VHS a poche lire nei cestoni degli ipermercati, titoli come Bersaglio di Mezzanotte, Il Guerriero D’Acciaio, Final Equinox, Operazione Delta Force 4

Tuttavia merita di essere ricordato per aver interpretato Tarzan negli anni ’90, dopo che il film Greystoke (1984) con Christopher Lambert aveva re-inventato la storia del personaggio in chiave realistica, e prima che il bel film animato Disney (1999) lo riconsegnas...

Read More

È ufficialmente una milf: i quarant’anni di Lamù

Per me era un mostro bipolare con canini, corna e orecchie a punta. Ma per molti della mia generazione è stata -ahem…- la donna che li ha resi uomini.

Nel 1981 debutta sugli schermi tv giapponesi Urursei Yatsura, serie anime tratta dall’omonimo manga creato da Rumiko Takahashi tre anni prima.

Urusei Yatsura (che significa all’incirca “Quei rompiscatole della stella Uru”) ha vinto il premio Shogakukan sia per la categoria shonen (i manga per il pubblico maschile) sia per la shojo (quelli per il pubblico femminile), diventando il primo successo della Takahashi, che poi sceneggerà e disegnerà altri classici come il romantico Maison Ikkoku, il demenziale Ranma ½ e il fantasy Inuyasha.

In Italia il fumetto giungerà solo nel 1991, mentre la serie animata arriva già nell’83, col titolo ...

Read More

Too chin for tv (2 di 2): Jack Of All Trades

Di quando Sam Raimi e Bruce Campbell applicarono la formula di Hercules allo swashbuckling, cercando anche di far rivivere la magia di Brisco County Jr.

Nella stagione televisiva dell’anno 2000 la moda dei telefilm fantasy fatti con pochi soldi e tanta ironia, che avevano spopolato in tv nella seconda metà degli anni ’90, era ormai agli sgoccioli: Xena – Principessa Guerriera, esempio più celebre del genere, sarebbe durato fino al 2001, ma Hercules, vero e proprio capostipite del filone, aveva chiuso i battenti l’anno prima.

Sam Raimi, produttore di entrambi gli show, decise di colmare il vuoto in palinsesto lasciato da Hercules con quella che lui chiamava “Back2Back Action Hour”, cioè due telefilm d’avventura, ben diversi tra loro, della durata di mezz’ora scarsa ciascuno.

Il p...

Read More

L’horror che piace a tutti: Ammazzavampiri (Fright Night, 1985)

Un omaggio all’horror anni ’50 immerso in un’atmosfera da teen movie anni ’80. Tra ironia ed effetti speciali sublimi, il film di Tom Holland è ancora, dopo 35 anni, un gioiellino unico del suo genere. Ad Halloween è perfetto, anche per i profani.

Ammazzavampiri (Fright Night, 1985) è il primo film del bravo, sottovalutato, e non molto prolifico, Tom Holland, regista classe ’43, solamente omonimo dell’attore che interpreta Spider-Man, e noto soprattutto per il successivo La Bambola Assassina.

In Italia fu trasmesso in prima tv il 13 luglio 1990, nel mitico contenitore di Italia 1 Venerdì con Zio Tibia (antesignano dell’odierna Notte Horror), e da allora è rimasto il film ideale per le seconde serate estive, o per la sera di Halloween.

Un film da vedere da soli o meglio ancora in co...

Read More

Too chin for tv (1 di 2): Le Avventure di Brisco County Jr.

Prima di riprendere il suo personaggio più celebre, l’icona horror Ash Williams, nella serie tv Ash vs Evil Dead (2015-2018), Bruce Campbell e il suo mento spavaldo da eroe erano già stati protagonisti di due serie televisive, purtroppo sconosciute in Italia ma assolutamente da riscoprire. Iniziamo dalla prima.

Sigla:

Le Avventure di Brisco County Jr. è stato uno dei pochi successi della carriera di Bruce Campbell in cui non ci sia stato lo zampino magico del suo amicone Sam Raimi. La serie è stata infatti creata nel 1993 da Carlton Cuse (produttore di altre serie di successo tipo Lost, Bates Motel o The Strain) e soprattutto dallo sceneggiatore Jeffrey Boam, che aveva appena scritto Indiana Jones e l’ultima crociata.

Proprio il successo de L’Ultima Crociata spinse la Fox Tv e la War...

Read More

Val Kilmer: perché è Forever

Dover riflettiamo sul perché Kilmer è il Batman migliore (ma solo per esclusione). E sul fatto che Joel Schumacher, in fondo, era un bravo guaglione.

 

“Ne vengono fatti molti ultimamente, ma il migliore resta il mio Batman Forever: pieno di sesso e ironia ma fedele al fumetto”
(Joel Schumacher, sul fenomeno dei cinecomics. E sull’autostima.)

Questo 20 giugno è venuto a mancare l’ottantenne Joel Schumacher. Regista odiatissmo dai fumettari per gli sgangherati Batman Forever (1995) e Batman & Robin (proverbiali i “bat-capezzoli” in rilievo sui costumi,; Schumacher era dichiaratamente gay).

Eppure Joel non era l’ultimo arrivato. Magari non sarà stato un autore con uno stile personale e riconoscibile, ma di certo non gli mancava il talento nella messa in scena e la competenz...

Read More

Gotico Orobico: “Sherlock Holmes, Padre Brown e l’ombra di Dracula”

Lo scrittore Rino Casazza fa incontrare il più famoso dei detective e quello più insolito in una macabra indagine in nord Italia.

Secondo Antonio Gramsci, Padre Brown sarebbe un investigatore ancor più bravo di Sherlock Holmes.
La creatura di Arthur Conan Doyle, infatti, rappresenta la mentalità pragmatica e terra-terra tipica dei protestanti e degli anglosassoni: raccoglie le prove e ricostruisce i fatti. Senza indizi, non saprebbe che pesci pigliare.
Invece Padre Brown (il prototipo di tutti i preti detective, creato da Gilbert Keith Chesterton nel 1910), pur non disdegnando l’investigazione scientifica ragiona anche sul movente, grazie alla sua conoscenza dell’animo umano maturata ascoltando per anni i suoi fedeli in confessione. È, diremmo oggi, un profiler ante-litteram.

Cosa s...

Read More

Due chiacchiere su Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle

Nell’augurarvi buone feste, recensiamo l’ultimo classico Disney. Che ci ha lasciati un po’ meh…

Innazitutto, Frozen 1 era un bel film?
Non ho mai compreso come un film (per me) perfetto e privo di punti deboli come Il Pianeta del Tesoro sia stato un flop mostruoso, mentre Frozen sia stato il maggior incasso Disney di sempre. Un film dove la logica fa acqua da tutte le parti: da dove nasce la magia di Elsa? Chi ha governato Arendelle mentre raggiungeva la maggiore età? Come ha fatto a raggiungere la cima della Montagna del Nord in poche ore mentre Anna e Kristoff ci mettono un giorno e una notte?

Tuttavia, la Disney non puntava all’oscar per la miglior sceneggiatura; voleva svecchiare la formula della fiaba classica smontandone con ironia molti stereotipi (l’amore a prima vista, il bacio ...

Read More

Hercules: fu vero trash?

Esattamente vent’anni fa, il 22 novembre 1999, andava in onda negli USA l’ultima puntata di Hercules: The Legendary Journeys. La serie che (insieme al suo spin-off Xena) ha sdoganato il genere fantasy in tv.
Ritenuto da molti una cafonata ignorante, è in realtà l’opera con cui Sam Raimi ha portato avanti quella sua poetica cazzaro-citazionista che aveva già sfoggiato nel cinema horror. Ripercorriamone la storia.

QUESTA È LA STORIA DI UN TEMPO LONTANISSIMO…

All’inizio degli anni ’90 Sam Raimi era ancora lontano dal diventare, grazie ai fasti della trilogia di Spider-Man (o almeno i primi due) uno dei più influenti registi di Hollywood, ma s’era già guadagnato il suo zoccolo duro d’estimatori grazie alla trilogia di Evil Dead, nota in Italia come La Casa, La Casa 2 e L’Armata delle...

Read More

Ad Halloween il Blu-ray di Halloween col film di Halloween

Quest’anno festeggiamo Halloween con l’arrivo dell’edizione Blu-ray 4K dell’omonimo capolavoro di John “Grosso Guaio” Carpenter.

I ragazzi di Midnight Factory/Koch Media, dopo lo sfavillante cofanetto a 7 dischi de L’Armata delle Tenebre, ha messo a segno un altro colpaccio.
Quest’anno, proprio il 31 ottobre, uscirà, per la prima volta in alta definizione per il nostro Paese, il capolavoro che ha fatto la Storia dell’horror-thriller dagli anni ’70 ad oggi: Halloween – La Notte delle Streghe (1978)
Sigla:

Non puoi distruggere il Male. Puoi sparargli, seppellirlo, pregare che muoia, ma lui è sempre là fuori che ti aspetta. È qualcosa di eterno e incombente, anche nei posti quotidiani e anonimi...

Read More