7 (+1) motivi per cui Re Ecbert è il mio personaggio preferito di Vikings

Stavolta parliamo del telefilm Vikings, creato da Michael Hirst (già autore de I Tudors e sceneggiatore dei due Elizabeth con Cate Blanchett), in onda da noi in anteprima su Tim Vision e free su Rai 4.
Ma invece di fare una tradizionale recensione, ho deciso di elencare i motivi per cui Re Ecbert del Wessex (interpretato dall’attore inglese Linus Roache) è diventato il mio personaggio preferito della serie, e in generale uno dei cattivi più simpatici e paraculi della tv contemporanea.
Attenzione, però: se non avete seguito lo show almeno fino alla fine della terza stagione, qui gli SPOILER si sprecano.

11374585_1019522781392186_623787952_n

01) È un uomo di cultura

Appassionato di altre culture, chiede ad Athelstan (l’ex-monaco cooptato tra i vichinghi) di aiutarlo a tradurre i testi degli antichi romani. E, in omaggio al popolo di Giulio Cesare, passa il tempo a meditare in una vasca di fattura romana.

02) È un tombeur de femmes

Promette alla principessa Kwenthrith di incoronarla regina di Mercia, strappando il trono allo zio e al fratello di lei. In questo modo ottiene i favori della sanguinaria ninfomane.

03) Sa trattare coi barbari

Mentre tutti i re britannici se la fanno sotto di fronte a Ragnar Loðbrók e ai suoi vichinghi, re Ecbert li convince a fare il lavoro sporco per lui. Se lo aiutano a conquistare Mercia, lui gli donerà della terra dove insediarsi.

04) È un tombeur de femmes

Con la scusa della proficua collaborazione tra le loro genti, ne approfitta per corteggiare Lagertha, ex-moglie di Ragnar, e conquistarne i favori a letto.
Il mondo trema davanti ai barbari. Re Ecbert se li rigira come gli pare.

05) Sa prendere due piccioni con una fava

Ecbert possiede una tale lucidità che lo porta ad avere una visione d’insieme con cui volgere ogni situazione a proprio vantaggio.
Quando Mercia è ormai conquistata, e Ragnar e i suoi soldati sono tornati al villaggio di Kattegat, nascono i primi dissapori tra i sudditi inglesi di re Ecbert e i vichinghi rimasti a vivere nella terra loro promessa come ricompensa.
I nobili di corte non aspettavano altro per criticare la decisione del sovrano. Questo allora invia suo figlio Aethelwulf a sistemare le cose, il quale in tutta risposta stermina i vichinghi.
Ecco la reazione di Ecbert:

Tywin Lannister, Ditocorto e lord Varys, mi raccomando prendete appunti.

06) Sa rigirare la frittata a proprio vantaggio

Cos’è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione, diceva Gastone Moschin in Amici Miei.
Aethelwulf scopre che sua moglie Judith è incinta di un altro. Per legge, le devono essere amputati naso e orecchie. L’adultera confessa davanti alla pubblica piazza: il figlio del nascituro è l’ex-frate Athelstan.
Prontamente re Ecbert monopolizza lo show come neanche Pippo Baudo e annuncia che, essendo Athelstan un sant’uomo, non può punire sua nuora per essere stata scelta da un qualche disegno della Provvidenza.

Un potenziale sputtanamento da Novella 2000 trasformato nel giro di cinque secondi in una sorta di seconda venuta di Cristo. Quando la faccia come il c… raggiunge lo stato dell’arte.

07) Vi ho già detto che è un tombeur de femmes?

Quando Kwenthrith inizia a fare le bizze e a voler regnare su Mercia di testa sua, Ecbert con sommo sprezzo del pericolo (pericolo altrui, ovviamente), invia il suo amato figliolo a contrattare (dopo che altri hanno fatto una brutta fine), e approfitta della sua assenza per convincere Judith a divenire sua amante in cambio di protezione per lei e per il suo figlio illegittimo.
Core de nonno…

Detto questo, non so che altro dire se non che, se non fanno un cross-over con Game of Thrones, e non finisce con lui che conquista il Trono di Spade, mi offendo personalmente.

ECHE-COMPRE

Giovanni

PS

08) È anche il padre di Batman !!!

Ebbene sì, Linus Roache ha interpretato Thomas Wayne in Batman Begins. Dite la verità, quanti l’hanno riconosciuto?

"Peccato, figliolo. Avevo tanto da insegnarti sul come fregare la gente..."

“Peccato, figliolo. Avevo tanto da insegnarti sul come fregare la gente…”

Immagini prese da Google. © degli aventi diritto.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>